Il tarabusino

spettacolare e difficile incontro, magistralmente documentato da Samuele Parentella

Samuele Parentella

Ciao a tutti,

è da quando ho iniziato a fare fotografia naturalistica che ho sentito parlare del tarabusino….gli anni scorsi non sono stato particolarmente fortunato e vuoi per mancanza di tempo o per sfortuna, non sono mai riuscito a vederlo né tantomeno fotografarlo…

Quest’anno mi sono imposto come obiettivo di riuscire a riprenderlo anche perché sembrava davvero facile…basta andare nel periodo giusto e vedrai che lo trovi di sicuro, dicevano i più…

In effetti quest’anno le condizioni erano propizie, il canneto si è rinvigorito rispetto alla scorsa estate ricreando così l’ambiente ideale per il tarabusino.

Ma che chi è il Tarabusino??

Ordine: Ciconiiformes Famiglia: Ardeidae

Diffuso in quasi tutta Italia, il Tarabusino vanta una presenza più importante nella porzione settentrionale della nostra Penisola, e principalmente lungo il corso del Fiume Po e nel basso corso dei suoi affluenti più importanti. Quindi l’Adige e l’intera area umida costiera compresa tra Cervia e…

View original post 643 more words

Thirty di Luca De Nardo, con P4OL3TTA

Attenzione, è un link ad una pagina con immagini di nudo artistico: se non amate il genere, o non siete maggiorenni, non cliccate sul link!
Warning, this post links to a page containing nude art images, if you don’t like this kind of images, or you are not major aged in your country, please don’t click on the link!

-> Thirty di Luca De Nardo, con P4OL3TTA.

Quando c’è di mezzo un gran fotografo ed una modella stupenda e raffinata, il risultato è assicurato…

Cambiare la risoluzione in VirtualBox, di Roberto Ferramosca

http://www.lffl.org/2011/05/virtualbox-ecco-come-cambiare-la.html

Questo articolo mette sulla strada per risolvere il problema di chi, come me, si trova la risoluzione video non modificabile su Ubuntu (ma penso anche in altri sistemi operativi), come guest in VirtualBox. A me, personalmente era bloccata su 640×480, ad altri 800×600, ma poco conta: l’installazione delle Guest Addition (più o meno, credo, l’equivalente di VMWare Tools), a me ha risolto il problema.

Uniche note:

1) io ho VirtualBox 4.3.12, e il menù che lui cita “Dispositivi > Installa Guest Additions” non esiste: nella mia versione c’è “Dispositivi > Inserisci l’immagine del CD delle Guest Additions” (è l’ultima voce del menù “Dispositivi”)

2) non so se sia a causa del sistema operativo ospite (nella macchina virtuale ho Ubuntu Desktop 14.04 LTS 64 bit ), ma non mi è servito entrare nell’emulatore di terminale, perchè l’installazione è stata lanciata in automatico (unica accortezza, alla fine riavviare la macchina, ma c’è scritto nel terminale lanciato in automatico).

L’accoppiamento dei cavalieri d’Italia (Himantopus himantopus)

Spettacolare Resoconto sull’accoppiamento dei cavalieri d’Italia di Riccardo Trevisani

wildlife

Ho avuto la fortuna in questi giorni di assistere all’accoppiamento dei cavalieri d’Italia nelle risaie appena riempite d’acqua.

La femmina si avvicina al maschio

Immagine

e subito si posiziona facendogli capire la sua, diciamo, disponibilità

Immagine

Il maschio comincia cosi a girare intorno alla femmina con una sorta di balletto, picchiando l’acqua col becco e pulendosi le piume

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Dopo vari giri intorno alla femmina il maschio le sale sopra per accoppiarsi

Immagine

Immagine

Il tutto dura solo pochi attimi, appena finito, i due incrociano tra di loro il becco e facendosi qualche coccola

Immagine

Immagine

Beh, che dire, abbiamo sempre tanto da imparare dagli animali….

un saluto a tutti e arrivederci alla prossima avventura

View original post

Finalmente sono tornati!

Finalmente sono tornati i nibbi bruni (Milvus Migrans) a Como (e i balestrucci (Delichon urbicum) a casa mia… 🙂 )
Dopo mesi di attesa, la primavera ha riportato queste meraviglie della natura qui in mezzo ai centri abitati, quasi a voler affermare la superiorità della capacità di adattarsi della natura, per la gioia degli occhi, che hanno ancora voglia di meravigliarsi di fronte a questi prodigi della natura.
DSC_6969_nibbio_1500

DSC_6970_nibbio_1500